Vai al contenuto

Statua di Carlo II in Piazza Margherita, L'Aquila (AQ)

Sommario

Scheda informativa sulla Statua di Carlo II, L'Aquila. Curata dagli studenti dell'Istituto di Istruzione Superiore "Amedeo d'Aosta".

Obiettivi formativi

  • Conoscere il patrimomio culturale de L'Aquila
  • Conoscere Piazza Margherita a L'Aquila
# Campo Descrizione
1 Denominazione Statua di Carlo II in Piazza Santa Margherita
2 Indirizzo Piazza Santa Margherita, 67100, l’Aquila.
3 Latitudine Latitudine e longitudine del PoI ricavata da Google Maps o altra fonte
4 Info per riconoscimento Imponente statua di Carlo II d'Asburgo
5 Descrizione breve Statua di Carlo II d'Asburgo davanti al Palazzetto dei Nobili.
6 Descrizione completa Mi vedi? Non passo certo inosservato! Sono Carlo II D’Asburgo diventato mio malgrado famoso per essere il più sfortunato della famiglia degli Asburgo, sovrano di Spagna e del Regno di Napoli ad appena 14 anni. La statua che stai osservando fu commissionata nel 1675 dal capitano della città Emanuele Giuseppe di Sezze a Marcantonio Canini per festeggiare la mia incoronazione. Ora mi stai ammirando proprio davanti al Palazzetto dei Nobili, ma in origine ero situato al centro della piazza, prima che vi venisse collocata la fontana che vedi alle tue spalle. La mia statua è in marmo bianco e alta 3.30m e larga 1.10m. Come puoi notare sono stato rappresentato con un’armatura moderna e un mantello che mi avvolge. Nella mano destra ho lo scettro e accovacciato vicino al mio piede destro c’è un animale che in segno di devozione mi lecca i piedi. Nella mano sinistra ho una spada spezzata e dietro il mio piede sinistro c’è un globo con un ramo d’alloro che germoglia. Sotto di me c’è un piedistallo con il mio stemma, quello del marchese de Los Velez viceré di Napoli e del capitano della città Emanuele Giuseppe di Sezze. Non ho avuto una vita né facile e né bella, oltre ad ereditare una delle corone più importanti dell’Europa dell’epoca, la mia famiglia mi ha lasciato in eredità anche tutte le sue malattie. La mia salute già da ragazzo era molto cagionevole. Non ero molto alto e avevo una mandibola sporgente come tutti i membri della famiglia degli Asburgo: è un nostro tratto distintivo! Sono morto all’età di 39 anni senza aver avuto eredi e in tal modo si estinse la mia discendenza.
7 Thumbnail
8 Galleria
9 Audio
10 Video
11 Risorse di approfondimento
12 Quiz - Domanda Sono il re della foresta e, in verità, un po' mi sono montato la testa. Della mia chioma sono fiero e da tutti sono considerato un gran guerriero. Nessuna preda riesce a sfuggire, solo a sentirmi ruggire. Chi sono?
13 Quiz - Risposta 1 La tigre
14 Quiz - Risposta 2 La pantera
15 Quiz - Risposta 3 Il leone
16 Risposta esatta 3
17 Feedback positivo Sì! È proprio il leone!
18 Feedback negativo No, mi dispiace. Riprovaci, andrà meglio.