Vai al contenuto

Palazzo Pica-Alfieri, L'Aquila (AQ)

Sommario

Scheda informativa su Palazzo Pica-Alfieri, L'Aquila. Curata dagli studenti dell'Istituto di Istruzione Superiore "Amedeo d'Aosta".

Obiettivi formativi

  • Conoscere il patrimomio culturale de L'Aquila
  • Conoscere Palazzo Pica-Alfieri a L'Aquila

Scheda

# Campo Descrizione
1 Denominazione Palazzo Pica Alfieri
2 Indirizzo Via Andrea Bafile, 19, 67100 L'Aquila
3 Latitudine 42° 21′ 6.2″ N, 13° 23′ 51.9″ E
4 Info per riconoscimento Palazzo Pica-Alfieri di fronte piazza Santa Margherita.
5 Descrizione breve Famoso palazzo signorile della famiglia Pica -Alfieri
6 Descrizione completa Ciao a tutti e benvenuti in uno dei palazzi più belli della città! Seguitemi alla scoperta della storia di questo meraviglioso edificio. Il palazzo che vedete è appartenuto ad alcune delle famiglie più importanti della città come i Camponeschi, gli Ardinghelli e i Barberini. Pensate che nel 1493 ha ospitato anche la regina Giovanna d'Aragona. Nel 1685 il palazzo fu acquistato da Ludovico Alfieri, ma state attenti perché era molto diverso da come lo vediamo oggi. Il cortile aveva dimensioni diverse ed era adornato da colonne e archi. Intorno ad esso si aprivano un granaio, un pollaio e due stalle per 9 cavalli e, al centro, si trovava una fontana. Dopo il devastante terremoto del 1703, il palazzo venne ricostruito e fu modificato per adattare la parte più antica con quella nuova in stile barocco. Questi accorgimenti sono visibili nel cortile che è decentrato rispetto all’ingresso. Per risolvere questo problema è stata realizzata una seconda facciata in stile barocco, con il grande portale e le finestre a doppia luce che illuminano i saloni del piano nobile. Vicino l’ingresso troviamo delle panche in pietra, realizzate nel Settecento sullo stile dei palazzi romani, che permettevano ai visitatori e agli ospiti di aspettare comodamente seduti. Nelle pareti sono inseriti frammenti dell’antico palazzo; sono simboli di appartenenza, come il moro che ricorda il quarto di Santa Maria Paganica o San Michele che rimanda alla cristianità. Nel 1785, grazie al matrimonio tra Eusebia Alfieri e Giannantonio Pica, il palazzo prese il nome di Pica-Alfieri e, ancora oggi, il palazzo è abitato dal marchese Fabrizio Pica-Alfieri.  E ora trovate l’animale nascosto!
7 Thumbnail
8 Galleria pica-alfieri
9 Audio
10 Video
11 Risorse di approfondimento
12 Quiz - Domanda Se all’interno del cortile ti recherai, proprio lì mi troverai. Sopra il portone devi guardare se in tutta la mia bellezza mi vuoi ammirare. Sono un animale nobile ed elegante e nell’esercito ho un ruolo importante. Ogni fante mi vorrebbe avere, alza lo sguardo e mi potrai vedere. Chi sono?
13 Quiz - Risposta 1 Un elefante
14 Quiz - Risposta 2 Un cavallo
15 Quiz - Risposta 3 Un leone
16 Risposta esatta 2
17 Feedback positivo Risposta esatta! Sono proprio un bellissimo cavallino
18 Feedback negativo Risposta sbagliata! Riprova ancora.